Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva

Presso il reparto di Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva de La Clinica del Policlinico Casilino si eseguono la diagnosi e la cura delle patologie dell’apparato digerente, dalla sindrome dell’intestino irritabile alla malattia da reflusso gastro-esofageo, dalla celiachia alle malattie infiammatorie croniche intestinali, dalla pancreatite alla malattia diverticolare.

È possibile avvalersi di servizi di prevenzione e diagnosi precoce delle lesioni neoplastiche del tratto gastrointestinale, della loro gestione e del follow-up, il tutto grazie a un approccio multidisciplinare.

Oltre che visite specialistiche, vengono svolte numerose indagini strumentali. Ruolo fondamentale del reparto è rappresentato dall’endoscopia digestiva che, supportata dall’utilizzo di tecnologie all’avanguardia, consente di diagnosticare e trattare numerose patologie del tratto digestivo.

L’approccio diagnostico-specialistico è centrato sulle esigenze del singolo paziente, prestando particolare attenzione al comfort nello svolgimento degli esami endoscopici, che prevedono tutti una scrupolosa assistenza anestesiologica, volta a ridurre al minimo l’eventuale fastidio della procedura e a mettere il paziente a proprio agio.

L’attività diagnostica del reparto annovera, inoltre, diversi test del respiro quali:

  • il breath test per l’intolleranza al lattosio;
  • il breath test per lo studio dell’overgrowth batterico (contaminazione batterica del tenue o SIBO) e del transito intestinale;
  • l’Urea breath test per la ricerca dell’Helicobacter Pylori.

Tra le attività diagnostiche è possibile effettuare:

  • l’ecografia dell’addome superiore, mirata alla diagnosi delle patologie epatiche, biliari e pancreatiche;
  • l’ecografia delle anse intestinali, metodica molto utile per lo studio della diarrea e del dolore addominale e particolarmente indicata nella diagnosi e nel follow-up delle malattie infiammatorie croniche intestinali;
  • l’ecografia endoanale, esame fondamentale per lo studio delle patologie anorettali, quali malattia emorroidaria, disordini del pavimento pelvico, incontinenza fecale, ascessi, fistole e neoplasie dell’ano e del retto.

Tra le attività diagnostiche è possibile effettuare:

  • l’ecografia dell’addome superiore, mirata alla diagnosi delle patologie epatiche, biliari e pancreatiche;
  • l’ecografia delle anse intestinali, metodica molto utile per lo studio della diarrea e del dolore addominale e particolarmente indicata nella diagnosi e nel follow-up delle malattie infiammatorie croniche intestinali;
  • l’ecografia endoanale, esame fondamentale per lo studio delle patologie anorettali, quali malattia emorroidaria, disordini del pavimento pelvico, incontinenza fecale, ascessi, fistole e neoplasie dell’ano e del retto.